Giovedì, Giugno 20, 2019

Convegno CNP

 

convegno_last_pagina_1

 Incontro aperto e gratuito


Convegno del Centro Napoletano di Psicoanalisi

“Il Desiderio e il suo oggetto”

Scarica il programma completo 



MODERATORI:

• G. Cocchiarella - MA SPI-IPA

• R. Russo - MA SPI-IPA
 

RELATORI:

• B. Chervet (Psicoanalista) - Presidente SPP, Francia

• F. Cimatti (Filosofo) - Università della Calabria

• F. Conrotto (Psicoanalista) - MO AFT SPI-IPA

• P. Cotrufo (Psicoanalista) - MA SPI-IPA

• A. Luchetti (Psicoanalista) - MO AFT SPI-IPA

 F. Napolitano (Psicoanalista) - MO SPI-IPA

• R. Pozzi (Psicoanalista) - MO SPI-IPA

• G. Zontini (Psicoanalista) - MO SPI-IPA



Il Convegno si propone di discutere la tematica del desiderio, dal suo aspetto quantitativo in quanto pulsione al suo aspetto qualitativo in quanto declinato in sentimenti e correlato ad oggetti di investimento, provando a dare risposte ad interrogativi che attualmente sembrano sorgere sempre più insistentemente intorno al desiderio e al suo oggetto.

Sappiamo che da Platone in poi, il tema del desiderio è stato centrale nei campi della fisica, della metafisica e della morale. Ma con Freud, a partire dalla Traumdeutung, esso ha radicalmente mutato il suo statuto epistemologico, ponendosi per antonomasia come il concetto che è in grado di rendere conto del funzionamento psichico normale e patologico. E da Freud in poi, sino ad oggi, non c’è stato analista che non si sia occupato del desiderio e del suo oggetto: basti pensare agli apporti di Klein e Lacan. Tuttavia, non per questo il desiderio resta consegnato al solo campo consolidato della tradizione classica filosofica e successivamente psicoanalitica. Si può anzi affermare che negli ultimi decenni ha travalicato questi ambiti per assurgere a un ruolo di primo piano nel panorama globale della modernità, in tutte le sue declinazioni, rendendo attualmente pressanti domande quali: siamo di fronte a una morte del desiderio o a una estrema radicalizzazione della sua congenita inestinguibilità? Sono queste due condizioni differenti tra loro? Si accompagna ancora il desiderio alla rappresentazione di un oggetto assente o la by-passa per travalicare direttamente in improcrastinabile azione consumatoria? Se sì, quale è il debito che questa azione contrae con la pulsione di morte? L’oggetto del desiderio ha assunto sempre più le connotazioni di oggetto feticistico?

Quale è il suo ruolo nel mondo di una finanza globalizzata ormai centrata sulla avidità e sulla necessità di incentivarla a oltranza? Quale è il suo rapporto col potere?

Consultazione

Il Centro Napoletano di Psicoanalisi, attraverso il servizio di consultazione, realizzato dai propri soci su base volontaria e gratuita, si propone di offrire la possibilità di una consulenza psicoanalitica per chi intenda avvicinarsi alla comprensione del proprio disagio psichico.Leggi tutto

Centro Napoletano di Psicoanalisi
Via Chiaia 142, Napoli
P.Iva: 04355431216 C.Fiscale 94128790634